Copy
Novità dal mondo della PNEI. Powered by PNEI-IT.COM. 
Benvenuto nella newsletter di pnei-it.com
 
 
Novità dal mondo della PNEI
 


Notizia in breve 02 giugno 2013
 
Le precedenti newsletter sono accessibili a questo link.
 
Sono anche accessibili dai nostri spazi su twitter e facebook ai seguenti indirizzi:
http://www.twitter.com/pneiit
http://www.facebook.com/pneiit
 
La ricerca dovrebbe renderci liberi...

Qual'è il ruolo dell'alimentazione sul funzionamento del nostro cervello?
Definire i meccanismi dell'interazione tra intestino e cervello costituisce una grande sfida per l'attuale ricerca neuroscientifica e gastroenterologica. Poter colleg
are due sistemi omeostatici così importanti può significare aprire la strada a nuove prospettive fisiopatologiche e terapeutiche. Storicamente l'alimentazione è sempre stata messa in relazione alla nostra mente: i nostri gusti alimentari non nascono a caso ma spesso da delle esigenze carenziali sia a livello fisiologico che psicologico. Pensiamo ad esempio (certo semplificando) come la carenza di ferro in assenza di patologie sottostanti ci porti ad apprezzare i cibi con gusti "metallici" così come dall'altro lato lo stress e le frustrazioni ci portano spesso a compensare le carenze affettive con cibi ipercalorici dolci.

Lo studio della Dr.ssa Tillisch e colleghi (
http://www.gastrojournal.org/article/S0016-5085(13)00292-8/abstract) cerca di dimostrare come l'assunzione di yoghurt (latte fermentato con una miscela di di lattobacilli) abbia effetti diretti sull'attività cerebrale indagata tramite analisi cerebrale con risonanza magnetica funzionale. Lo studio non mira a valutare se gli effetti siano benefici o no, ossia se migliora effettivamente le funzioni cognitive, ma mira semplicemente a valutare i pattern di attivazione cerebrale al neuroimaging (fRMN). Inoltre non fornisce elementi fisiopatologici: gli effetti potrebbero essere dati dalle variazioni di attività di diversi neurotrasmettitori centrali (GABA, serotonina, ecc...) così come da modificazioni più estese del microbiota intestinale. Inoltre il numero di persone arruolate (36 in tutto), peraltro solo di sesso femminile, è davvero esiguo (per ovvi motivi di costi e gestione della fRMN).

In conclusione, un'analisi critica di questo tipo di studi ci permette di dire che la ricerca scientifica dovrebbe fare attenzione a simili bias fortemente indirizzati a fare notizia e ad incrementare il mercato dei fermento lattici. Infatti, è stato sponsorizzato quasi interamente dalla Danone: "Kirsten Tillisch received grant funding for this project from Danone Research. Denis Guyonnet, Sophie Legrain-Raspaud, and Beatrice Trotin are employed by Danone Research. The remaining authors disclose no conflicts. Funding: This study was supported by Danone Research."

A quando una ricerca libera dagli interessi e dalle vendite ?



-  -  - 
La presente newsletter ha scopo puramente informativo senza la pretesa di essere esaustiva della vasta letteratura che ogni giorno viene prodotta in ambito PNEI.
Suggerimenti, segnalazioni o commenti sono ben graditi.

www.pnei-it.com è un servizio internet gratuito di informazione scientifica diretto dal Dr. Stefano Mancini e rivolto sia a professionisti della salute sia a tutti coloro che sono interessati alla PNEI.
Se avete a cuore i nostri obiettivi  potete inviare un libero contributo alla pagina “Sostienici” del nostro sito.
Vi sarà inviata regolare ricevuta in formato pdf all’indirizzo email che ci indicherete.

 
Lo staff di pnei-it.com 
Copyright © 2013 www.pnei-it.com - Dr. Stefano Mancini - OBOE, All rights reserved.
Email Marketing Powered by Mailchimp