Copy
Facebook icon  Twitter icon YouTube icon                                                                             

Newsletter Febbraio 2020

 

Compensazioni, stretta decisa e
occhio alle sanzioni 

“Fatta la norma, trovato l’inganno”. Questo vecchio adagio ha purtroppo caratterizzato alcuni “meandri” fiscali ed in particolare il mondo delle compensazioni, laddove a seguito dell’introduzione di uno strumento di grande civiltà (perchè è del tutto inutile e dannoso per un contribuente dover versare degli importi, avendone altri a credito che poi dovrebbe chiedere a rimborso), si sono viste “inventive” di ogni genere, ma tutti rigorosamente illecite e truffaldine, aventi il fine comune di conseguire un illegittimo risparmio fiscale, concretizzato per il tramite di compensazioni “farlocche”, messe in piedi mediante il frequente utilizzo di crediti inesistenti.


Leggi tutto


Argomenti trattati

Divisore

  • Il divieto di compensazione con l’accollo
  • La prassi e la giurisprudenza
  • P. IVA cessate – inibite le compensazioni
  • Compensazione dei crediti 
  • Obbligo a pioggia del canale telematico
  • Le conseguenze in termini sanzionatori