Copy

NEWSLETTER  GIUGNO 2019

Desk Europeo

Europa

Gaetano Stella eletto Presidente al Consiglio europeo delle professioni liberali

Rinnovate le cariche del Board per i prossimi tre anni


Il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, è stato eletto all'unanimità per acclamazione Presidente del Consiglio europeo delle professioni liberali (Ceplis). Lo ha stabilito l'Assemblea generale del Ceplis che si è riunita il 31 maggio scorso a Porto rinnovando le cariche per il triennio 2019-2022 del Board delle 30 associazioni interprofessionali e monoprofessionali europee.

“E’ molto importante che ci sia un forum come il Ceplis per coordinare le associazioni interprofessionali nazionali con le rappresentanze Europee di ogni professione e offrire una voce comune, più rilevante e più riconosciuta nel negoziato con le Istituzioni Europee”, afferma il neo-eletto Presidente.

Insieme al Presidente Stella è stata nominata prima Vicepresidente l'avvocata spagnola Victoria Ortega Benito, in rappresentanza di Union Profesional, mentre gli altri tre Vicepresidenti e il tesoriere verranno eletti dal prossimo comitato esecutivo previsto per il 2 luglio. Il nuovo Excutive Board del Ceplis si completa con la nomina dei rappresentanti di quattro membri interprofessionali e quattro membri monoprofessionali europei.

In particolare, in rappresentanza delle associazioni interprofessionali: il maltese Benjamin Rizzo, Mfpa (Malta Federation of Professional Associations), Bernard Jacquemin in tandem con Eric Thiry, Unplib (Union Nationale des Professions Libérales et Intellectuelles de Belgique, Belgio), François Blanchecotte, Unapl (Union Nationale des Association de Professions Libérales, Francia), Jerry Carroll, Iipa (Irish Interprofessional Association, Irlanda). I rappresentanti delle associazioni monoprofessionali: Jean-Yves Pirlot di Clge (Comité de Liaison des Géomètres Européens), Jean-Philippe Brochet, in tandem con Simone Zerah, Euplmg (European Union of Pharmacists Specialist on Laboratory Medicine and Human Genetics), Michael Van Gompen, Ecco (European Confederation of Conservators-Restorers’ Organisations) e Mario Gazic, Enc (European Nursing Council).

“Nei prossimi tre anni, lavoreremo tutti assieme per rafforzare il Ceplis, le nostre professioni e i valori in cui crediamo” continua il Presidente Stella nel suo discorso di insediamento. “Abbiamo di fronte a noi sfide importanti: la digitalizzazione, il dialogo sociale, l'imprenditorialità professionale, il welfare, la mobilità transfrontaliera... Temi che già vedono impegnate le nostre organizzazioni a livello nazionale e che trovano nel Ceplis un collegamento diretto tra le associazioni interprofessionali nazionali e le rappresentanze europee di ogni professione, ma soprattutto una voce comune ancora più rilevante e più riconosciuta nel dialogo con le Istituzioni europee”.

Sito del Ceplis
Discorso di insediamento del Presidente Stella

CONDIVIDI
TWEET
INOLTRA A...

Economia e Lavoro

Agevolazioni per l’accesso alle pensioni e fondi d’investimento

Il Consiglio adotta due riforme nel quadro dell'Unione dei mercati dei capitali

Adottata una normativa che offre maggiori opzioni a coloro che desiderano risparmiare per la pensione e amplia il mercato delle pensioni individuali attraverso la realizzazione di un prodotto pensionistico paneuropeo (PEPP) con le stesse caratteristiche in tutta l’UE. Per i fondi d’investimento, invece, è stato creato un pacchetto di misure volte a rimuovere gli ostacoli esistenti alla distribuzione transfrontaliera, che rafforza l'attuale quadro normativo applicabile.

Maggiori informazioni

Economia e Lavoro

Work-life balance, approvate nuove norme in UE

Aumentare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro tra le priorità

Il Consiglio ha adottato la Direttiva a favore della conciliazione tra vita professionale e vita privata per genitori e i prestatori di assistenza. La nuova normativa mira ad aumentare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro e la fruizione di congedi per motivi familiari e di modalità di lavoro flessibili. I principali elementi della Direttiva sono: congedo di paternità, congedo parentale, congedi di assistenza, accordi di lavoro flessibili. Gli Stati membri avranno tre anni per conformarsi alla Direttiva.

Maggiori informazioni

Economia e Lavoro

Lavoro trasparente e prevedibile, la nuova direttiva europea

La normativa risponde alle sfide del mercato del lavoro

Il Consiglio ha adottato una Direttiva che renderà le condizioni di lavoro in tutta l'UE più trasparenti e prevedibili. L’obiettivo principale è quello di rispondere alle sfide del mercato del lavoro innescate da sviluppi demografici, digitalizzazione e nuove forme di occupazione. La direttiva prevede che i datori di lavoro informino i lavoratori (entro sette giorni di calendario dal primo giorno di lavoro), in merito agli aspetti essenziali del rapporto di lavoro. Gli Stati membri avranno tre anni per adottare le necessarie misure legislative per conformarsi alla direttiva.

Maggiori informazioni

 

Diritto e giustizia

I nuovi diritti aziendali approvati dal Consiglio

L’UE offre agli imprenditori ed alle imprese in bancarotta nuove possibilità di ripresa

Adottata dal Consiglio la Direttiva sui quadri di ristrutturazione preventiva per accrescere l'efficienza delle procedure di ristrutturazione, insolvenza e scarico. Gli elementi chiave delle nuove regole riguardano: allerta precoce e accesso alle informazioni, quadri di ristrutturazione preventiva, facilitazione dei negoziati, sospensione delle singole azioni di esecuzione, scarico del debito. Questa decisione segna la fine della procedura legislativa e gli Stati membri avranno due anni per adottare le nuove disposizioni.

Maggiori informazioni


Diritto e giustizia

Trattato di Lisbona, allineati atti giuridici dall’UE

Il Consiglio adotta un regolamento per adeguare le procedure di regolamentazione e controllo

Tutti gli atti giuridici in vigore che fanno riferimento all'ex "procedura di regolamentazione e controllo", devono essere allineati al trattato di Lisbona. Alcuni di essi sono già stati allineati, per gli altri, il Consiglio europeo, il Parlamento europeo e la Commissione europea hanno riconosciuto nell'accordo interistituzionale del 2016 "Legiferare meglio" la necessità di un tempestivo allineamento. Le istituzioni continueranno a lavorare all'allineamento dei restanti atti durante il prossimo mandato del PE.

Maggiori informazioni

Ambiente e territorio

Economia circolare: il Consiglio contro la plastica monouso

Nuove regole a sostegno della lotta globale contro i rifiuti marini

Il Consiglio dell’Unione europea ha adottato le misure proposte dalla Commissione per affrontare i rifiuti marini provenienti da 10 prodotti in plastica monouso presenti sulle spiagge europee, dagli attrezzi da pesca abbandonati e dalle plastiche oxo-degradabili. Le regole introdurranno tante novità in materia, tra cui l’obiettivo di raccolta differenziata del 90% per le bottiglie di plastica entro il 2029. La direttiva entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione e gli Stati membri avranno due anni per adattarsi alla nuova legislazione europea.

Maggiori informazioni

Ambiente e territorio

Norme semplificate per obblighi di comunicazione in materia ambientale

Il Consiglio modifica dieci atti legislativi per una normativa UE più coerente ed uniforme

Il Consiglio modifica la normativa ambientale UE rendendo gli obblighi di comunicazione più coesi ed omogenei. Il regolamento si applicherà a dieci atti legislativi e non avrà solo lo scopo di semplificare gli attuali obblighi di comunicazione, ma anche ridurre i costi amministrativi, migliorare la qualità dei dati disponibili per le valutazioni future e aumentare la trasparenza. L'atto legislativo entrerà in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale e verrà applicato a tutti gli Stati membri.

Maggiori Informazioni

Sanità e salute

Assistenza sanitaria transfrontaliera: migliore gestione per obiettivi ambizioni

I cittadini dell'UE non godono ancora abbastanza dei diritti per le cure mediche all’estero

La direttiva UE sull'assistenza sanitaria transfrontaliera (2011) mira a garantire un'assistenza sanitaria sicura e di alta qualità transfrontaliera nell'UE. Tuttavia, la nuova relazione della Corte dei Conti europea mostra che solo una piccola parte della popolazione conosce e gode dei propri diritti nell’assistenza medica all'estero. Allo stesso tempo, i revisori hanno riscontrato problemi e ritardi nello scambio elettronico dei dati tra gli Stati membri ed evidenziato la necessità di migliorare l'accesso all'assistenza sanitaria per i pazienti affetti da malattie rare.

Maggiori informazioni

 

Sanità e salute

Resistenza antimicrobica: il Consiglio avvia migliori pratiche nell’UE

Un quadro più ampio per attuare il piano d’azione europeo One Health

In sede EPSCO (Consiglio Occupazione, politica sociale, salute e consumatori) i Ministri hanno adottato le conclusioni del Consiglio sui prossimi passi verso una migliore pratica del l'UE nella lotta contro la resistenza antimicrobica (AMR). Tra i principali aspetti oggetto delle conclusioni: promozione della cooperazione tra Stati membri, ampliare programmi di ricerca per sviluppare vaccini e antimicrobici, stabilire obbiettivi nazionali, aumentare la consapevolezza e la comprensione dell'AMR da parte del pubblico, operatori sanitari, agricoltori e veterinari.

Maggiori informazioni


Altre News

OIL-UE, 60 anni di collaborazione per il futuro del lavoro

Maggiore orientamento in innovazione e qualità nel campo sociale

Per il centenario della fondazione dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), su richiesta della Commissione EMPL, è stato realizzata una relazione in cui si esaminano i principali risultati di circa 60 anni di collaborazione tra l'Unione europea (UE) e l'Ufficio internazionale del lavoro (OIL). Iniziata nel 1958, la collaborazione UE-OIL si è intensificata negli ultimi anni, coprendo una gamma sempre più ampia di problemi per affrontare le sfide alla sostenibilità del lavoro dignitoso e della protezione sociale.

Maggiori informazioni

Altre News

CESE e Cedefop sviluppano percorsi di upskilling per adulti

Percorsi di miglioramento e modalità di sviluppo delle competenze

Il forum congiunto di Cedefop/Comitato economico e sociale europeo (CESE), ha esaminato le sfide comuni per una riqualificazione delle skills degli adulti e ha lavorato con consulenti del Cedefop sull'aggiornamento del quadro analitico per sostenere i paesi nello sviluppo di percorsi di miglioramento. Uno dei messaggi chiave: è necessario passare dall'impegno politico all'azione aumentando i finanziamenti e rivalutando a ciò in cui si investe.

Maggiori informazioni

 


Altre News

Early Warning Europe, il nuovo progetto firmato COSME

Consulenza gratuita, imparziale e riservata alle aziende in difficoltà

Il programma dell’UE per piccole e medie imprese COSME, ha adottato il progetto Early Warning Europe. L’iniziativa sosterrà problemi aziendali (bancarotta, perdita di posti di lavoro, rischio economico per fornitori e clienti, processi di fallimenti) affiancando consulenti all’azienda per un piano d’azione di recupero. Il servizio è già attivo in sette paesi dell’UE, tra cui l’Italia.  

Maggiori informazioni

 

Consultazione

Valutazione del sostegno all'occupazione giovanile nell'ambito dell'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile e del Fondo sociale europeoC

La CE desidera conoscere i pareri dei cittadini, enti ed imprese per migliorare l’occupazione dei giovani

Le informazioni raccolte aiuteranno la Commissione a rafforzare il sostegno all’occupazione in futuro, rendendolo più efficace e mirato. La valutazione verificherà se i giovani più bisognosi di assistenza siano stati adeguatamente aiutati, accerterà la qualità delle offerte di lavoro e di formazione e stabilirà quale tipo di sostegno sia stato il più efficace. Sarà possibile partecipare alla consultazione fino al 16 agosto.

Per partecipare alla consultazione

 

Consultazione pubblica sul futuro dell’Europa

Tutti i cittadini europei sono invitati a rispondere al questionario

L’obiettivo della consultazione è raccogliere le preoccupazioni, speranze e aspettative per il futuro dell’UE dei cittadini europei e trasmetterle ai leader dell’UE. Il questionario è stato creato da un panel di cittadini selezionati in modo casuale ed è complementare ad altre iniziative della Commissione sul Futuro dell’Europa. Si ricorda che la consultazione è dedicata ai singoli cittadini. 

 

Per partecipare alla consultazione

 

 

 

 

 


Opportunità di lavoro

Commissione europea

Agenti contrattuali in ambito legale. Requisiti: livello C1 in una delle lingue ufficiali dell’UE e livello B2 in inglese, francese o tedesco; essere in possesso di una laurea triennale. Sede: Bruxelles (Belgio) e Lussemburgo (Lussemburgo). Contratto a tempo determinato. Nessuna scadenza.

Maggiori informazioni

Agenti contrattuali, Affari politici/politiche dell'UE. Contratto a tempo determinato. Sede:  Bruxelles (Belgio) e Lussemburgo (Lussemburgo). Nessuna scadenza.

Maggiori informazioni

 

LinkedIn
YouTube
Twitter
Facebook
contattaci
Copyright © 2019 Confprofessioni, All rights reserved.

Non visualizzi correttamente questa e-mail? Aprila in un browser

In ottemperanza alla Legge 196/2003 e al Regolamento (UE) 679/2016, per la tutela delle persone e di altri soggetti, rispetto al trattamento dei dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio.
Per non ricevere più le nostre newsletter e per la cancellazione o modifica dei Suoi dati dovrà cliccare i links "disiscriviti dalla lista" e/o "aggiorna l'iscrizione".