Copy

#IL BUIO OLTRE LA PIAZZA
Buona Domenica🌈  Tornano le manifestazioni di piazza. Sono segno di vitalità e voglia di cambiamento. Ma manca qualsiasi proposta, non ci sono idee, non c’è confronto critico. Sono, purtroppo, solo raccolte emotive che dal web passano alle piazze, e li finiscono. Perché? >>>

Paganini non Ripete scopre il sapore antico del flip phone di Motorola, il negozio di soli tupperware. e un po' di futuro con la nuova stazione di Tallin. È la Road to the Future >>>

Buona Settimana dal Poggio di Leo,
Paga
Con le Sardine la Sinistra (non di Governo) riscopre le piazze, finalmente. 

PERCHÈ È IMPORTANTE?   Le manifestazioni di piazza sono sono benvenute perché testimoniano la vitalità del confronto sociale tra individui diversi, anche in una Democrazia (poco) evoluta come la nostra. Vi è ancora più vitalità se sono i giovani a promuoverle. Confermano la voglia di cambiamento e un’immagine nuova del futuro. 

MA…   sarebbe meglio se la maggior parte dei manifestanti non ignorasse la ragione delle loro richieste o proteste. Peraltro la partecipazione è di per se uno stimolo alla riflessione. 

A RACCOLTA   Si manifesta il bisogno di cambiamento rispetto alla frustrazione per problemi economici e sociali (anche culturali) che le istituzioni dello Stato (o Sovrastato) e le dinamiche sociali non riconoscono o non sono in grado di affrontare. 

SENZA IDEE   Ma si dovrebbero manifestare anche le proposte per superare, cioè risolvere, questi problemi. Sembra però che le piazze italiane, Sardine, Gattini, Pinguini, e animali dello Zoo vari, non esprimano molte idee su come risolvere i problemi della convivenza
DAI SOCIAL ALLA PIAZZA   Sono proteste polarizzate contro gli altri. Sono come i like sui media sociali. Si manifesta con quelli che confermano le proprie credenze o frustrazioni contro quelli che la pensano in modo diverso. Ma a questi non si risponde con proposte concrete (seppure generiche) su come migliorare quelle questioni che irritano tanto i cittadini. 

Le piazze sono un ritrovo emotivo. L’estensione delle dinamiche che avvengono con i media sociali nel momento in cui si sente il bisogno di uscire dall’isolamento della tastiera. Ma di fatto, le piazze non sono più luogo di confronto, semmai luogo di conferma. 

L'AGORÀ   greca era luogo di ascolto e confronto. La piazza odierna è ambito di conferma delle proprie idee. 

LA NOVITÀ   Le Sardine si distinguono: non tifano contro. È un buon punto di partenza. Ma non tifano nemmeno a favore di qualcosa. Preoccupa che non stanno elaborando un confronto critico per come affrontare le sfide di cui lamentano. Chiedono alla Sinistra con cui si identificano, di cambiare. 

MANCA LA PROPOSTA?   Non propongono, ma posticipano, o addirittura demandano. Non si servono del metodo sperimentale perché continuano ad avere una visione utopica e allo stesso tempo ingenua del mondo che vorrebbero. 

LA SPECULAZIONE EMOTIVA   Come al solito, i media, in assenza della Sinistra in politica, o meglio in presenza di una Sinistra esclusivamente di potere, rischiano di stritolarli. Le elite mediatiche infatti, li stanno usando per fabbricare quel mondo idilliaco che vorrebbero ma che la realtà dei fatti continua a disinnescare.
Tweet Tweet
Share Share
Forward Forward
Share Share
RECENTLY
DATA FOR THOUGHTS
THE COUNTRIES POLLUTING THE OCEAN THE MOST- By Science via Statista >>>

Tupperware Store
ARCHITECTURE

Futuristic Railways
SMART LIFE

Back to the Flip
ART & DESIGN FESTIVALS

Asian Style
SPACE

Mercury: David Vs Goliath
Visit #PNR at pietropaganini.it
Copyright © 2019 Pietro Paganini, All rights reserved.

Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list

Email Marketing Powered by Mailchimp