Copy
Notizie da Fondazione Homo Viator - San Teobaldo
View this email in your browser
Cari Amici e Amiche pellegrini,

come molti di Voi sanno, noi della Fondazione Homo Viator - San Teobaldo, sin dal 2015 abbiamo ideato la Romea Strata, un percorso di fede e cultura che prevede il recupero di antiche vie di pellegrinaggio dal Nord-est Europa sino a Roma. 
Vi invitiamo a visitare il sito www.romeastrata.org.

Tra i tantissimi progetti, c'è stato l'impegno di avviare a Pistoia l'Anno Santo Compostelano, l'anno dedicato a San Giacomo de Compostela solitamente festeggiato in Spagna. Del Santo si conserva una reliquia nella Cattedrale della città toscana dove è stata aperta la Porta Santa lo scorso 9 gennaio 2021.

Vi invitiamo a seguire la trasmissione che andrà in onda su TV2000
domenica 25 luglio alle ore 13.50
dedicata alla Romea Strata e a Pistoia.


TV2000 è visibile sul digitale terrestre canale 28, sul satellite canale 157 Sky, sulla piattaforma satellitare TvSat al canale 18
e in streaming su www.tv2000.it/live
Continuiamo il cammino alla scoperta delle Donne nelle terre Bibliche in collaborazione
con l'Associazione Presenza Donna in occasione del suo 25°

La poetessa che divenne imperatrice
EUDOCIA DI BISANZIO
(Atene 401 - Gerusalemme 460)
  
Era talmente bella e colta che suo padre decise di non lasciarle nulla in eredità, convinto che avrebbe comunque trovato marito. Ma la giovane Atenaide non la prese bene e da Atene, dove viveva e studiava, giunse a Costantinopoli per difendere le sue ragioni davanti all’imperatore. La vide lui e soprattutto la vide sua sorella, la potente reggente Pulcheria, e ne rimasero ambedue affascinati. Fu così che, preso il nome di Eudocia e convertita, da pagana che era, al cristianesimo, una poetessa greca divenne imperatrice di Bisanzio. Il matrimonio, almeno all’inizio, fu felice. Ne nacquero tre figli e una andò in sposa nel 437 all’imperatore romano d’occidente Valentiniano III. A quelle fastose nozze di stato, che rafforzavano il legame fra le due Rome, arrivarono tutti, compresa Melania la giovane, la donna che era stata la più ricca dell’impero e che ora viveva in penitenza a Gerusalemme, circondata da fama di santità. Fu quest’incontro, forse,  una delle molle che spinse Eudocia l’anno dopo a partire per la Terra Santa. Fu un viaggio trionfale, più che un pellegrinaggio. Ovunque andava, folle festanti la accoglievano come benefica imperatrice messasi sulle orme di sant’Elena che quasi un secolo e mezzo prima, proprio partendo da Costantinopoli, aveva riscoperto la Palestina di Gesù.  Anche Eudocia, lungo il percorso, edificò chiese, restaurò luoghi santi  e soprattutto raccolse reliquie preziose, fra cui le catene che avevano legato san Pietro in carcere. Ne inviò una parte a Roma, dove ancora oggi sono venerate nella chiesa di san Pietro in Vincoli, ove è anche custodito il Mosè di Michelangelo.
Rientrata nel 439 a Costantinopoli, Eudocia percepì che il clima di corte intorno a lei era cambiato, forse per gli intrighi di Pulcheria, forse per la sua simpatia verso l’eresia monofisita, forse per un sospetto adulterio legato al dono di una mela della Frigia,  un topos che tanto ci ricorda il fazzoletto di Desdemona. Riprese così  nel  440 la strada di Gerusalemme, questa volta per sempre. Si insediò dalle parti del monte degli Ulivi, e qui tenne corte (in fondo era ancora l’Augusta Imperatrice)  per i successivi vent’anni fino alla morte. Gli storici pensano che questo fu il tempo più felice nella vita di Eudocia. Continuò nel suo ruolo di mecenate, si circondò di uomini di lettere e di chiesa, promosse la tolleranza religiosa, riprese a scrivere e a poetare, fondendo formazione ellenista e messaggio cristiano. Alcune sue opere sono giunte fino a noi e da qualche anno pubblicate anche in italiano: una agiografia di San Cipriano e un “Centone” in cui Eudocia narra il Vangelo utilizzando versi tratti dai poemi omerici:  uno straordinario esercizio di fede, di cultura e di padronanza compositiva, del tutto degno di una poetessa che divenne imperatrice. (AL) 
   
Per saperne di più:
 
Angela Vignotto, Atenaide, l’imperatrice Eudocia di Bisanzio, Editoriale Jouvence, 2021
Francesca Allegri, Donne e pellegrine dall’antichità al medioevo. Jaca Book 2012
puoi chiederli in prestito alla biblioteca di Presenza Donna (www.presdonna.it)
 
Lasciamoci ispirare... Dall'Enciclica Fratelli tutti di Papa Francesco
 

"Non si tratta di proporre un perdono rinunciando ai propri diritti davanti a un potente corrotto, a un criminale o a qualcuno che degrada la nostra dignità. Siamo chiamati ad amare tutti, senza eccezioni, però amare un oppressore non significa consentire che continui ad essere tale; e neppure fargli pensare che ciò che fa è accettabile. Al contrario, il modo buono di amarlo è cercare in vari modi di farlo smettere di opprimere, è togliergli quel potere che non sa usare e che lo deforma come essere umano. Perdonare non vuol dire permettere che continuino a calpestare la dignità propria e altrui, o lasciare che un criminale continui a delinquere". Dal capitolo: Le lotte legittime e il perdono

------------------------------------------------------------------------------------

Potete venire a trovarci o potete contattarci 
dal martedì al giovedì dalle 8.30 alle 12.30


Seguici sulla pagina Facebook "Pellegrinaggi Fondazione San Teobaldo" @fondazionehvpellegrinaggi
e visita il nostro sito www.pellegrininellaterradelsanto.it

3 - 6 settembre 2021 GENOVA

8 - 11 settembre 2021  
GERUSALEMME A ROMA

2 - 9 ottobre 2021
SARDEGNA

 
16 - 23 ottobre 2021  SICILIA

18 - 25 ottobre 2021 GIORDANIA

25 ottobre - 1 novembre GIORDANIA

8 - 15 novembre 2021 
TERRA DEL SANTO


20 - 27 novembre 2021
PUGLIA


3 - 8 dicembre 2021
DUBAI - SPECIALE EXPO

29 dicembre 2021 - 5 gennaio 2022  TERRA DEL SANTO - Speciale DESERTI


3 - 5 settembre 2021  URBINO E DINTORNI
 

Se non visualizzi bene la mail clicca qui:  View it in your browser. 

Ci trovi anche su Facebook!  FOLLOW US!
 
Per avere maggiori informazioni contattare

Fondazione Homo Viator - San Teobaldo

Sede operativa: Contrà Vescovado n. 3 - 36100 Vicenza
Dal martedì al giovedì 8.30 - 12.30
tel. 0444-327146 - fax 0444-230896
e-mail: pellegrinaggi@fondazionehomoviator.it
Sede legale: Piazza Duomo, 10 - 36100 Vicenza
unsubscribe from this list   update subscription preferences 






This email was sent to <<Email>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Fondazione Homo Viator - San Teobaldo · Contra' Vescovado, 3 · Vicenza, Veneto 36100 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp